led di potenza e pwm

ciao!

si può usare la tecnica del pwm a frequenza fissa e duty-cycle variabile per dimmerare un led da 3w?

inoltre: un led di potenza, in genere, potrebbe essere alimentato in modo continuo oppure produce troppo calore e si brucia?

-ice-

Reply to
ice
Loading thread data ...

Ciao

variabile per

Credo di si. Mi sono fatto regalare questo led driver

formatting link
con un acquisto in questo e-shop. C'è scritto "che supporta la funzione PWM". X il momento non ho provato ancora e non saprei se pwmmare l' alimentazione del driver o il led in uscita. Escludo cortocircuitare il led. Comunque ho chiesto al support service che no mi risponderà mai.

in modo

Io li alimento anche in modo continuo e uso dei dissipatori così evito che si brucino e lavorano meglio. Ci sono piastre specifiche x led.

Max N.b: Ho aperto da poco un thread che si chiama "Questo dimmer non s ha da fare" in cui cerco di fare un dimmer x led da 10W, ma non è molto frequentato. In bocca al lupo

--
Composed with Newz Crawler 1.8 http://www.newzcrawler.com/
Reply to
Max Liva

"ice" ha scritto nel messaggio news:SG0ck.21659$ snipped-for-privacy@twister2.libero.it...

non vedo altre tecniche, il led per rendere DEVE andare alla corrente nominale

certo che si, basta dissiparlo in maniere corretta

continuamo dopo, scappo che devo andare all'ikea....

Ste

--
Ogni problema complicato ha una soluzione semplice...per lo piu` sbagliata
[cit. Franco, i.h.e. 20.01.2007]
 Click to see the full signature
Reply to
PeSte

PeSte ha scritto:

ehm, forse parli dei rossi AlGaS , ma se guardo CL-L102-C7 vedo che abbassando la corrente al 23% della Inom emette il 28% dei lumen, con un rendimento che sale da 74 a 110 lumen/W. il AX3231 tra 200V e 260V assorbe potenza tripla ed emette il doppio dei lumen.

saluti

Reply to
lowcost

chopper? C'è chi dice che sia una questione filosofica, ma un in pwm si attua il duty cycle, mentre con un chopper si gioca sull'isteresi. In altre parole, pwm=frequenza fissa, duty variabile, chopper=frequenza e duty variabile. Poi c'è la questione della dinamica, drammaticamente a favore del chopper...

Reply to
SilverLeo

scusa ma non ho capito cosa mi vuoi dire...

Ste

--
Ogni problema complicato ha una soluzione semplice...per lo piu` sbagliata
[cit. Franco, i.h.e. 20.01.2007]
 Click to see the full signature
Reply to
PeSte

mai visto un pilotaggio per led di potenza a frequenza variabile. che utilità avrebbe rispetto ad uno a frequenza fissa?

Ste

--
Ogni problema complicato ha una soluzione semplice...per lo piu` sbagliata
[cit. Franco, i.h.e. 20.01.2007]
 Click to see the full signature
Reply to
PeSte

quindi metto il led (che considero un carico resistivo) sul collettore di un

2n2222 (ha una Ic_max di 1A mentre a me serve If=650mA@3,6V) con emettitore del bjt a massa quindi condiziono il bjt stesso in modo da farlo lavorare on/off in saturazione poi ci vuole un resistore di limitazione che agganci il diodo alla VCC (+12V)

oppure è più conveniente polarizzare il bjt in lineare e fissare così la corrente?

con un solo led quando mi trovo in conduzione devo fare una caduta da

12-3,6=8,4V che a 650mA sono più di 5W... spreco un sacco di energia sul resistore!!! l'unica possibilità è una serie di led? cioè potrei metterne 3 in serie (12/3=4v di caduta per ogni led... le specifiche diconono Vf compresa fra 3,6v e 4v) e togliere del tutto il resistore???

il dissipatore sarebbe quella specie di "stella" che c'è attorno? (ancora non li ho in mano ma l'ho vista nella foto)

acquisti o spedizione con famiglia a seguito? :)

-ice-

Reply to
ice

fatti bene i conti di dissipazione per la resistenza!

si potrebbe provare a lasciare la base senza resistenza e metterne una sull'emettitore. Occhio a questo punto che sia la resistenza che il bipolare hanno da dissipare!!!!

colpa della termodinamica... :-)

oppure un pilotaggio switching

e chi decide la corrente nel ramo?

se è la "star" a cui sto pensando si tratta del pcb su cui è montato il led, questo oggetto in alluminio va poi montato sul dissipatore

eh eh...trasloco!

pensa che volevo rispondere ieri al mio rientro...sono tornato verso le 22 a casa, accendo il pc...oh, cavolo, non va internet...maledetta telecom...ma?!? il router è spento!!! uh??? ah ah....il cane, in nostra assenza, ha pensato di seizonare il cavo di alimentazione del router in 5 (cinque!) parti...peccato che non ha rosicchiato quello della 220 che almeno si fermava :-)

Ste

--
Ogni problema complicato ha una soluzione semplice...per lo piu` sbagliata
[cit. Franco, i.h.e. 20.01.2007]
 Click to see the full signature
Reply to
PeSte

oh niente di importante; dicevo che il led bianco (ma non solo) rende di piu' alle correnti basse, quindi non conviene alimentarlo alla corrente massima abbassando il dutycycle con pwm, ma piuttosto abbassare la corrente, sempre continua e livellata come fanno gli switcher seri che si trovano in giro.

saluti

Reply to
lowcost

Casa troppo piccola per i nuovi (tre) gemelli in arrivo?

:D

Scherzo :P

salutoni coals

Reply to
coals

a me risultano un po' più di 5W... in effetti è un bel resistore!

forse a questo punto convine un mos gate-level anzichè il bjt?

Occhio a questo punto che sia la resistenza che il bipolare

in effetti così servono poi 2 dissipatori...

cioè on-off direttamente e la frequenza di switching decide la luminosità?

non si riesce a far lavorare un bjt on-off in regione triodo? cioè quando lo accendo lui è in lineare e la corrente di emettitore è legata alla corrente di base così decido la corrente del ramo rimane la dipendenza dalla temperatura ma immagino sia possibile gestirla in qualche modo... una retroazione?

ah... ho capito cmq è questo qua

formatting link

cmq tu che soluzione preferisci? il pwm o lo switching? conta che vado a batteria

LOL LOL LOL cmq mi sa che se avesse giocato con quello della 230v~ si fermava per sempre il poveretto...

grazie!!!

-ice-

Reply to
ice

no, finalmente potrò riaccendere l'oscilloscopio e la testa del basso nella MIA taverna delle meraviglie!

Ste

--
Ogni problema complicato ha una soluzione semplice...per lo piu` sbagliata
[cit. Franco, i.h.e. 20.01.2007]
 Click to see the full signature
Reply to
PeSte

no perché non sai quanto vale la Vgs

mah, non so, la potenza totale da dissipare è sempre 5W, solo che hai due oggetti che scaldano....

no, usando un buck fai un generatore di corrente costante, te ne butto uno che va molto di moda adesso LM3402 di National.

quando prima suggerivo si mettere una resistenza sull'emitter intendevo proprio questo (vedi schema in calce)

si, trovi sul sito del produttore il datasheet della "star" con le specifiche termiche per la dissipazione

uh? mi sa che non hai molto chiaro il concetto...sono due cose non paragonabili

se vai a batteria scarta la soluzione con resistenza in serie e pensa ad un integrato tipo quello che ti ho suggerito...l'efficienza prima di tutto se sei a batteria!!!!!!

aveva il 50% di trovare la ciabatta accesa...poi un 66 percento di rosicchiare il neutro o la terra...se rosicchiava la fase c'era il salvavita...insomma...difficile restarci :-P

Ste

--
Ogni problema complicato ha una soluzione semplice...per lo piu` sbagliata
[cit. Franco, i.h.e. 20.01.2007]
 Click to see the full signature
Reply to
PeSte

PeSte wrote: [...]

dimenticavo lo schema

[FIDOCAD ] MC 110 65 0 0 300 MC 125 40 1 0 220 MC 125 75 0 0 115 MC 125 40 3 0 010 MC 125 85 0 0 040 MC 100 65 0 0 073

Ste

--
Ogni problema complicato ha una soluzione semplice...per lo piu` sbagliata
[cit. Franco, i.h.e. 20.01.2007]
 Click to see the full signature
Reply to
PeSte

ma rispetto allo step-down la soluzione più efficiente resta cmq quella di far cadere tutta la vdd su 3 led? cioè è più efficiente usare 3 led in serie (+piccolo resistore) oppure 1 buck e 3 led in parallelo?

si, ok ho inteso

quindi con 3 led in serie farei così: [FIDOCAD ] MC 35 20 3 0 010 MC 20 75 0 0 300 MC 35 85 1 0 080 MC 35 95 0 0 040 MC 35 35 1 0 220 MC 35 20 1 0 220 MC 35 50 1 0 220 MC 10 75 0 0 073 TY 5 65 5 3 0 0 0 * pwm TY 40 10 5 3 0 0 0 * +12V_battery TY 40 90 5 3 0 0 0 * 1ohm/2W TY 40 75 5 3 0 0 0 * 2n2222

grazie!

-ice-

Reply to
ice

lowcost wrote: [...]

grazie per il chiarimento

Ste

--
Ogni problema complicato ha una soluzione semplice...per lo piu` sbagliata
[cit. Franco, i.h.e. 20.01.2007]
 Click to see the full signature
Reply to
PeSte

non ho mai parlato di parallelo, ho sempre sottinteso i led in serie

la soluzione switching è più efficiente ma più costosa...il solito trade-off ;-)

se usi un resistore troppo piccolo hai si basse dissipazioni...ma anche bassa stabilità della corrente (hai un generatore equivalente con impedenza troppo bassa).

manca il dato sulla tensione del pwm...ammesso che sia 5V direi che lo shunt dovrebbe esssere un "pochino" più alto....tipo 6.8R / 5W

vado a memoria, ma il 2n2222 non è in to-92? attenzione a calcolare bene le dissipazioni anche del bjt

Ste

--
Ogni problema complicato ha una soluzione semplice...per lo piu` sbagliata
[cit. Franco, i.h.e. 20.01.2007]
 Click to see the full signature
Reply to
PeSte

cioè in pratica, se ho capito bene, il modo migliore e più efficiente e usare un buck come generatore di corrente costante e regolare la questa corrente per variare la luminosità del ramo di leds confermate?

-ice-

Reply to
ice

ok, ora è chiaro :) scusa ma ieri quando hai parlato di switching avevo erroneamente collegato con il multiplexing :))) che non ha niente a che fare con quello di cui parliamo! sarà stato il caldo :o

si è 5V... non ho capito però il motivo dei 6,8R... per meglio approssimare un resistore con un generatore di corrente costante?

si, quelli che ho ordinato sono to-92 metallico (ho anche dei dissipatori radiali ma non ho ancora fatto i conti) in prima approssimazione farei il dimensionamento considerando come potenza da dissipare il prodottoVce*Ic non so però se è corretto post-moltiplicare per il duty-cycle per avere un po' di "vantaggio" cioè se io sapessi che il duty-cicle non oltrepassa il 75% posso dire che la potenza da dissipare nel caso peggiore è Vce*Ic*0,75?

-ice-

per curiosità: ma con quel led da 20W, di cui mostrasti una foto anni fa, sei poi andato in produzione?

Reply to
ice

ElectronDepot website is not affiliated with any of the manufacturers or service providers discussed here. All logos and trade names are the property of their respective owners.