Push-Pull

Miii... anche la notte di Natale lavoro... ;-)

Per chi si è perso il post precedente: devo pilotare un mosfet con una capacità piuttosto fastidiosa a una frequenza abbastanza alta (100kHz).

Per pompare carica dentro e fuori dal gate mi serve uno stadio push-pull: vedi FidoCAD.

[FIDOCAD] MC 170 80 0 0 280 MC 170 80 1 0 115 MC 170 100 1 0 115 LI 160 80 150 80 LI 150 80 150 100 LI 150 100 160 100 LI 150 90 115 90 MC 205 90 0 0 445 LI 185 90 195 90 MC 195 90 3 0 115 MC 185 110 0 0 045 MC 225 110 0 0 045 MC 115 110 0 0 045 LI 225 95 225 110 LI 225 85 225 60 LI 225 60 185 60 MC 185 55 3 0 074 LI 185 55 185 70 MC 115 100 3 0 074 LI 115 100 115 105 MC 95 105 0 0 075 MC 100 105 0 1 075 TY 95 105 5 3 0 0 0 * 0-5V TY 160 75 5 3 0 0 0 * 1k TY 200 90 5 3 0 0 0 * 5R MC 170 100 0 0 290 TY 160 100 5 3 0 0 0 * 1k TY 190 45 5 3 0 0 0 * +5V

Ora, mi sorge un dubbio: se per caso uno dei transistor è piu' veloce dell'altro, può capitare che per una frazione di secondo me li trovo tutti e due accesi contemporaneamente e l'intero circuito mi si brina. Pericolo reale o sega mentale?

Che transistor posso prendere? Immagino che uno deva essere l'equivalente NPN del PNP, ma non conosco le "coppie".

Grazie e auguri di un ottimo natale a tutti! Boiler

Reply to
Boiler
Loading thread data ...

"Boiler" ha scritto nel messaggio news: snipped-for-privacy@4ax.com...

... snip...

Non dovrebbero esserci problemi. Quel tipo di circuito e' fatto apposta per evitare la cross conduction. L'NPN si accende solo se il PNP e' spento.

BC807 e BC817, oppure BC327 e BC337 (almeno mi pare, sto andando a memoria).

Prevedi un condensatore di speed up in parallelo alla resistenza da 1kohm. Altrimenti il 100kHz te lo sogni :-)))

Auguri anche a te.

Saluti

--
GG

Ogni giorno, ogni ora ti cambia: ma mentre negli altri la rapina del tempo 
 Click to see the full signature
Reply to
GG

Sega mentale: non mettere le resistenze da 1kohm, collega insieme le due basi e vivi felice. Se per motivi mistici vuoi mettere una resistenza in serie alle basi, mettine una sola (basi collegate insieme), di valore piu` piccolo possibile, e con il condensatore di accelerazione in parallelo.

Questo mi pare buono:

formatting link

--
Franco

Herz, mein Herz, sei nicht beklommen und ertrage dein Geschick.
 Click to see the full signature
Reply to
Franco

Grazie! Ho scoperto che ho in casa dei BD135 e BD136. Sembrerebbero adatti.

Ciao Boiler

Reply to
Boiler

Grazie!

Il bello di questi piccoli lavori pratici è che si impara un sacco di teoria che altrimenti a lezione non vedremmo!

Ciao Boiler

Reply to
Boiler

domanda da ignorante: ma se metto un condensatore in questo modo, appena passo ad esempio da 0 a Vcc sulla resistenza, dall'altra parte non ho un transitorio con un impulso negativo?

--
Davide C.
Peugeot 106 Driver (22,90k,PT)
 Click to see the full signature
Reply to
ahrfukkio

Il giorno Sat, 24 Dec 2005 22:57:38 +0100, Boiler ha scritto:

Per il pilotaggio di MOS esistono ic adatti allo scopo, tipo i tc4426, tc4427 e tc4428 della Microchip (la stessa azienda che produce i PIC).

Reply to
Luigi C.

Sì, lo so, ma lo voglio fare discreto perche' il supervisore del progetto già non ha apprezzato il sample&hold fatto con il LF398. Lui avrebbe preferito due operazionali, un analog switch e un condensatore. Se faccio anche il driver integrato mi attacca alla trifase + neutro per gli arti ;-)

Boiler

Reply to
Boiler

Il giorno Sun, 25 Dec 2005 18:00:55 +0100, Boiler ha scritto:

Nel datasheet degli ic che ti ho indicato c'è il circuito interno, lo stadio finale è realizzato con un simmetria complementare a MOS. Dagli un'occhiata, potrebbe darti un'idea...

Reply to
Luigi C.

Con un po' di cautela :). Si impara un sacco di teoria se uno la sa imparare, cioe` se ha un background che gli permetta di vedere e studiare un problema: nel tuo caso i corsi di fisica, analisi, elettrotecnica ecc ecc che hai fatto in precedenza. Inoltre spesso e` molto piu` comodo se qualcuno ti indica i problemi del mainstream e quelli collaterali.

Il tutto per sfatare il mito che si impara la teoria "facendo": si impara studiando :).

--
Franco

Wovon man nicht sprechen kann, darüber muß man schweigen.
 Click to see the full signature
Reply to
Franco

Sono perfettamente d'accordo. Ma è proprio per questo motivo che non siamo lasciati allo sbaraglio. Abbiamo un supervisore del progetto con il quale ci incontriamo una volta a settimana e un newsgroup con il quale mi incontro quotidianamente ;-)

Intendevo dire che certi problemi pratici, come il pilotaggio di un mosfet ad alta frequenza, a lezione vengono appena appena accennati.

Boiler

Reply to
Boiler

"Franco" ha scritto nel messaggio news:43ae5c46$1 snipped-for-privacy@x-privat.org...

... snip...

Cacchio e' vero!!! Lo uso tutti i giorni. La mente era annebbiata per le ore piccole. :-))))

Saluti

--
GG

Ogni giorno, ogni ora ti cambia: ma mentre negli altri la rapina del tempo 
 Click to see the full signature
Reply to
GG

"ahrfukkio" ha scritto nel messaggio news:domeop$prq$ snipped-for-privacy@news.newsland.it...

... snip...

Transitorio con impulso negativo e' una parola grossa :-))) Dovresti dirmi quale grandezza soggetta a transitorio stai facendo riferimento.

Saluti

--
GG

Ogni giorno, ogni ora ti cambia: ma mentre negli altri la rapina del tempo 
 Click to see the full signature
Reply to
GG

insomma, mi spiego meglio.. se in un istante passo un capo di un condensatore ad esempio da 0 a 5 volt, sull'altro terminale non ho uno spike nagativo? è un evento transitorio perchè poi la resistenza porta i 5 volt anche dall'altra parte.. sto dicendo un eresia?

--
Davide C.
Peugeot 106 Driver (22,90k,PT)
 Click to see the full signature
Reply to
ahrfukkio

Se fai i corsi di power electronics con il mio amico kolar, lo impari sicuramente.

Ciao!

--
Franco

Wovon man nicht sprechen kann, darüber muß man schweigen.
 Click to see the full signature
Reply to
Franco

Per ora non ho lezioni con lui, ma ho un pratico con un suo dottorando:

formatting link

Devo dire che power electronics era uno dei campi che mi interessava maggiormente, ma dopo aver dovuto calcolare un paio di trasformatori per DC-DC converter... Mica facile!

Il problema principale che ho riscontrato è che sulla teoria (ho consultato Mohan-Undeland-qualcunaltro e un po' di AN della Unitrode) trovi dei metodi di calcolo per i quali ti servono certi parametri. Sui data-sheet della Epcos trovi tutt'altro :-(

Boiler

Reply to
Boiler

"ahrfukkio" ha scritto nel messaggio news:domtgo$ful$ snipped-for-privacy@news.newsland.it...

... snip...

Non da 0V a 5V, ma da 5V a 0V.

Dici giusto. Pero' il fenomeno puo' essere limitato dalla topologia circuitale utilizzata. E comunque, per accelerare le commutazioni, si sfrutta proprio questo principio.

Saluti

--
GG

Ogni giorno, ogni ora ti cambia: ma mentre negli altri la rapina del tempo 
 Click to see the full signature
Reply to
GG

ElectronDepot website is not affiliated with any of the manufacturers or service providers discussed here. All logos and trade names are the property of their respective owners.