costruire un navigatore per bici

ciao, Cerco qualcuno che voglia e sia in grado di collaborare con me alla realizzazione di un apparecchio che collegato alla bici ne conteggi i km fatti le calorie utilizzate (quindi non basta collegarla alla ruota ma anche allo sforzo del pedale). e funzioni anche da rilevatore GSM

Non serve affatto che il GSM sia complicato o altro La realizzazione di questo prodotto entrerebbe in un piano molto pi=F9 complesso che ha come partner un grosso produttore di bici, per questo non mi rivolgo per ora ad una casa produttrice di navigatori o cardio o altri accesori sportivi. Chiunque sia interessato o abbia domande da farmi lo prego di contattarmi

Reply to
paolotacchini
Loading thread data ...
[...]
[...]

Potrebbe tornare utile nel frattempo capire la differenza tra GPS e GSM :'-D

Ciao

Pasu

--
Postato da Alice Newsgroup: lo usi da web ma con le funzioni del newsreader
http://newsgroup.alice.it
 Click to see the full signature
Reply to
Pasu

In pratica serve un GPS nel quale inserire il peso del ciclista Poi il GPS calcolando la lunghezza del percorso e i dislivelli affrontati ti calcola le calorie bruciate Al limite ci colleghi il cardio tanto per raccontarla all'eventuale acquirente

--
Gibe
Modena Italy
 Click to see the full signature
Reply to
Gibe

Gli attriti e le frenate li stimi una tantum?

Bennny

--
Sito Web: http://elettronitt.altervista.org
--------------------------------------------------------------
 Click to see the full signature
Reply to
Bennny

=E8 una cosa... abbastanza complessi... se vuoi tenere conto di frenate e accelerazioni ti devi studire un sistema di accelerometri... insieme al gps ecc

Reply to
Damiano.Benedetti

snipped-for-privacy@gmail.com ha scritto:

Però secondo me misurare la forza sul pedale può essere una buona scappatoia come diceva paolo. Tutta l'energia per muovere la bici infatti, alla fine, arriva dai pedali. Volevo constatare che non misure fatte dal solo GPS non puoi stimare con accuratezza l'energia impiegata nel percorso visto che c'è si la componente di energia potenziale per salire i crinali ma anche tutti gli attriti che ci sono in un percorso pianeggiante.

Bennny

--
Sito Web: http://elettronitt.altervista.org
--------------------------------------------------------------
 Click to see the full signature
Reply to
Bennny

Già...Senza contare che il corpo umano non ha un rendimento del

100%...Quindi il ciclista perderà (moolte) più calorie di quelle effettivamente misurate, ammesso che si riescano a misurare con una qualche precisione. Nota del pignolo. A rigore, se ti interessa l'energia totale consumata durante la passeggiata, se parti da casa e torni a casa il contributo dell'energia potenziale è nullo, dato che l'energia potenziale è un campo conservativo :-).La cosa rognosa sono gli attriti, sia costanti che, soprattutto, dipendenti dalla velocità

Ciao!

Pasu

Reply to
Pasu

Con tutto il rispetto per chi propone quesiti e chi cerca di risolverli in questo NG.

Un complesso progetto, e non 'piano' come tu citi, non credo che venga affidato da un grande partner ('grosso produttore') ad un incompetente (senza offesa - il significato che voglio dare alla parola è quella di 'impreparato' - Impreparato allo scopo, all'obbiettivo del progetto, privo di conoscenze sul problema da affrontare). Una grande azienda che ha le idee chiare su ciò che cerca, saprebbe dove rivolrgersi. Ti sarai reso sicuramente conto che, forse per la carenza, vaghezza, non chiarezza o inesattezza delle tue informazioni e richieste, non hai ottenuto le risposte che volevi, e ritengo che non le otterrai.

Saluti.

ha scritto nel messaggio news: snipped-for-privacy@n20g2000hsh.googlegroups.com... ciao, Cerco qualcuno che voglia e sia in grado di collaborare con me alla realizzazione di un apparecchio che collegato alla bici ne conteggi i km fatti le calorie utilizzate (quindi non basta collegarla alla ruota ma anche allo sforzo del pedale). e funzioni anche da rilevatore GSM

Non serve affatto che il GSM sia complicato o altro La realizzazione di questo prodotto entrerebbe in un piano molto più complesso che ha come partner un grosso produttore di bici, per questo non mi rivolgo per ora ad una casa produttrice di navigatori o cardio o altri accesori sportivi. Chiunque sia interessato o abbia domande da farmi lo prego di contattarmi

Reply to
<123

Ok, stiamo cominciando a divagare troppo. Prometto che è il mio ultimo intervento su questo thread.

Il campo è si conservativo ma la fatica la faccio solo sulla salita del dislivello. L'energia che io spendo è solo quella per andare su. Per scendere e tornare a casa le forze conservative del campo mi restituiscono l'energia accumulata sotto forma potenziale ma le calorie spese non mi ritornano più in corpo. Al massimo beneficio della brezza dovuta alla velocità. L'energia la spendo in attriti vari (che in quel momento non saranno più a mie spese) e nel calore sui freni. Solo durante la salita ho consumato calorie.

Buona notte a tutti Bennny

--
Sito Web: http://elettronitt.altervista.org
--------------------------------------------------------------
 Click to see the full signature
Reply to
Bennny

Gli attriti si, le frenate le calcola il GPS essendo che c'è una variazione di velocità si possono stimare Per avere una misurazione precisa dovresti riempire il ciclista di cavi e sonde al punto tale che se l'articolo è destinato al mercato consumer non te lo comprerebbe nessuno Meglio una valutazione approssimativa ma comoda

--
Gibe
Modena Italy
 Click to see the full signature
Reply to
Gibe

Ciao Non credo sia una cosa facilissima. Infatti i vari attrezzi per ginnastica (bici,tapy roulant ecc) indicano le calorie consunate, ma e' un trucco ignobile. Infatti viene contata una caloria ogni 8 pedalate o ogni

15 passi, indipendentemente dalla regolazione della pendenza ,quindi non tiene affatto conto dello sforzo. Se fosse facile.....

Ciao Giorgio

--
non sono ancora SANto per e-mail
Reply to
giorgiomontaguti

Ciao Un segnale che indichi lo sforzo , da mettere assieme al numero di pedalate, per avere una qualche misura della energia dissipata,si puo' realizzare in modo abbastanza semplice. Occorre avere una catena piu' lunga del normale e una leva con molla sulla cui estremita' e connessa una ruota che spinge sulla catena. Piu' grande e' lo sforzo e piu' grande sara' la tensione della catena, che schiaccera' la molla proporzionalmente. Un potenziometro connesso i qualche modo alla leva fornira' la indicazione elettrica,(moltiplicatore) da manilopare assieme al numero di pedalate. Occorrera' poi tarare in calorie ....empiricamente,facendo un po' di conti su lunghezza e dislivello del percorso e peso del conducente.. Ciao Giorgio

--
non sono ancora SANto per e-mail
Reply to
giorgiomontaguti

"giorgiomontaguti" ha scritto:

Bisognerebbe tenere conto anche del fatto che sulla pedivella destra sono generalmente montate 3 corone con numero diverso di denti, quindi necessiterebbe anche un sensore collegato al cambio (deragliatore) che informi su quale delle corone ingrana la catena. Che io sappia nei (costosi) misuratori commerciali di potenza si misura la frequenza di rotazione dei pedali e il momento torcente applicato al mozzo dei pedali.

Ciao

--
Giorgio Bibbiani
Reply to
Giorgio Bibbiani

Ho scritto:

Correggo, si misura il momento applicato alle corone...

Ciao

--
Giorgio Bibbiani
Reply to
Giorgio Bibbiani

Ciao

Questa cosa non mi convince . La forza sulla catena, non dipende da eventuali demoltipliche precedenti. Queste cambiano i parametri del prodotto spinta sui pedali/velocita' di pedalata, per renderli piu' comodi per l'uomo, ma la forza sulla ruota, e quindi sulla catena, e' sempre quella.

Ciao Giorgio

--
non sono ancora SANto per e-mail
Reply to
giorgiomontaguti

"giorgiomontaguti" ha scritto:

La potenza sviluppata e' uguale al prodotto della tensione della catena per la velocita' lineare della catena, la tensione della catena si puo' misurare con il metodo che hai descritto in precedenza, per conoscere la velocita' v della catena invece non basta misurare la frequenza di pedalata f, ma serve anche conoscere il diametro della corona D, infatti si ha: v = pigreco * D * f.

Ciao

--
Giorgio Bibbiani
Reply to
Giorgio Bibbiani

Ciao Giusto Serve misurare la velocita'della bici .

Ciao Giorgio

--
non sono ancora SANto per e-mail
Reply to
giorgiomontaguti

ElectronDepot website is not affiliated with any of the manufacturers or service providers discussed here. All logos and trade names are the property of their respective owners.